Category Archives: Info di servizio

  • 0
canoa slalom vobarno

Ritorno in grande stile per lo Slalom nazionale a Vobarno.

Dopo 5 anni lo Slalom italiano riscopre l’impianto bresciano, 14 società e quasi 300 iscritti. Come ritorno non c’è male!

Dopo anni, troppi, di inattività il Canoa Club Brescia è tornato ad organizzare una manifestazione a livello nazionale e campionato regionale 2016 suddiviso in due giornate nel paese Valsabbino. Anni di manutenzione e miglioramento del campo di gara a cura e impegno del Canoa Club Brescia e del Comune di Vobarno possiamo vantare uno tra i migliori impianti d’Italia dove quattordici club provenienti da tutta Italia hanno riportato gli occhi della Federazione a Vobarno.

Sabato sono state protagoniste le categorie Junior (16-18 anni) e Senior (18-35) con 120 iscritti che si sono dati battaglia sulle bellissime acque del fiume chiese. Presenti nella categoria Junior anche molti atleti della cat. Ragazzi così come alcuni Master nella categoria Senior che comunque si sono ben comportati. Nella K1 Senior la vittoria è andata a Marco Vianello del Valstagna, reduce dal Mondiale ed Europeo U23, davanti al lombrado della Marina Militare Omar Raiba. Gli atleti del Brescia nelle retrovie con il titolo lombardo vinto dall’intramontabile Dario Romano.img_3965a Negli Junior vittoria per l’eporediese Davide Ghisetti che precede di pochissimo il nostro Marco Romano, che comunque si consola con una stagione da urlo e il titolo regionale. Nella C1 Junior si sono messi in mostra gli atleti da Valstagna Carlo Bullo e Mandia Mandi, quest’ultimo è stato il vincitore, che due settimane fa hanno regalato all’Italia uno storico oro europeo insieme a Gabriele Ciulla. Titolo regionale all’atleta di Vigevano Theo Bellotti. Nelle altre categorie è una lotto tra il Canoa Club Bologna e il Canoa club Ferrara. Nel derby emiliano il Bologna porta a casa la C2, C1 maschile e femminile e il K1 femminile con Monguzzi/Malossi, Luca Malossi, Nicole Fantini e Valeria Bolzan. Mentre il Ferrara vince nella C2 Junior con Finco/Carlini (vincitori della coppa europa quest’anno) e nella K1 e C1 femminile con  Marta Bertoncelli, titolo regionale per Luna Panato nel K1. Il Canoa Club riesce comunque a salire sul gradino più alto del podio nella gara a squadre e conseguente titolo regionale con Luca Rizzardi ,vincitore anche del titolo regionale nella C2 Senior con Stefano Rizzardi, Dario Romano e Giulio Treccani. Al termine delle premiazioni il Canoa Club Brescia ha intitolato, con una targa commemorativa, il campo di gara di targaVobarno a Gianni Zanardello per tutti Gianni Slalom, tragicamente scomparso, che al campo di Vobarno  ha dedicato tante energie allenando con entusiasmo e simpatia gli atleti emergenti tra cui i fratelli De Gennaro che proprio lui ha iniziato alla canoa.

Nella giornata di Domenica sono andate in scena le categorie dei giovanissimi, Allievi (8-12 anni) Cadetti (12-13/13-14) Ragazzi (14-16) e le categorie Master con un totale di 151 iscritti. Il Canoanium Club Subiaco, dopo aver portato alla ribalta Roberto Colazingari in questi ultimi 5 anni, si conferma una grande scuola della Canadese vincendo nelle varie categorie giovanili con Flavio Micozzi (C1 Ragazzi), Elena Micozzi (C1 Cadette A), Sara Cignitti (C1 Allieve A) e Simone Lustrissimi (C1 Allievi B). Per quanto riguarda le altre categorie nella C1 Cadette B vince Elena Borghi del Ferrara (Vincitrice della coppa Europa U16) e Martino Barzon del CC Verona nella C1 Cadetti. Lisa Signori (Valstagna) e Elena Borghi trionfano nella K1 Cadette A e B e gli atleti del CC Sacile Daniel Zanchetta e Jacopo Biz vincono nella K1 Cadetti A e B. Tra i giovanissimi da sottolineare la bellissima vittoria del bresciano Daniele Romano (che proprio Domenica ha festeggiato i 9 anni) con un risultato fantastico e un futuro tutto da scrivere. Futuro già scritto invece per Marco Romano che dopo lo storico e importantissimo trionfo in Coppa Europa U16 quest’anno non raccoglie però  la gioia di trionfare sulle acque di casa sua, battuto da un meraviglioso David Mandia (Valstagana). Marta Bertoncelli e Francesca Malaguti regalano la vittoria al CC Ferrara nella C1 e K1 femminile Ragazze mentre nella C2 festeggia l’equipaggio bolognese Lenzi/Borgiani. Nella Categoriaimg_0799a C1 Master A vittoria per Nicola Gesualdi del CUS Milano nella C1 Master B per Michele Vianello di Mestre (sempre presente a Vobarno gia dalle prime gare degli anni 90). Alessandro Barzon del CC Verona trionfa nella K1 Master A (35-45) che perde di pochissimo la lotta a distanza per il miglior tempo di gara con i Ragazzi, lui che da qualche tempo segue i giovanissimi del TEAM SPERANZE ITALIA. Tripudio del Canoa club Brescia nelle categorie Master B (45-55) femminile e maschile, con le vittorie dei coniugi Romano Simonetta Gentilini e Dario Romano, e Master C (55-65) con  Giulio Treccani.

Nell’arco delle due giornate il Canoa Club Brescia è stato onorato della presenza dell’assessore dello sport  e del vice sindaco di Vobarno che sono stati piacevolmente colpiti dalla bellezza e dal fascino che questo sport, vedendo in Vobarno una grande risorsa, visti anche i risultati sportivi ottenuti dagli atleti bresciani Giovanni De Gennaro e Stefanie Horn e qui si allenano essendo stati atleti del Canoa Club Brescia prima di rappresentare rispettivamente il Corpo Forestale dello Stato e la Marina Militare.  Presenti anche il Presidente federale Luciano Bonfiglio il vice presidente e Claudio Roviera dell’Ivrea Canoa Club che quest’anno con caparbietà è riuscito a riportare in Italia la Coppa del mondo!

Luca Rizzardi


  • 0
fAMIGLIA rOMANO

Campionati Italiani Ragazzi e Master. Il CCBS torna a casa con 7 medaglie

Category : Info di servizio

Brilla il Canoa Club ai campionati Italiani e soprattutto la famiglia Romano che a Marlengo fa bottino pieno. Grandi prove anche da parte di Giulio Treccani e Paolo Puerari.

Podio squad

Podio K1 MASTER B squadre assieme allo Speaker Bresciano Luca Rizzardi

Da una parte le giovani promesse della canoa azzurra, dall’altra i veterani che non mollano mai. C’erano ottimi presupposti per questi Campionati Italiani 2016 e il canoa club Brescia non ha deluso. 7 atleti, 7 medaglie. Pronti via, arriva subito una medaglia dalla categoria dei giovanissimi,  la K1 ALLIEVI A, con il piccolo e promettente Daniele Romano che surclassa letteralmente la concorrenza.
Da sottolineare la caparbietà e la grinta di Daniele che nonostante la vittoria sicura, ancora dopo la prima manche, nella seconda dopo un ostacolamento da parte di un altro atleta ha chiesto e ottenuto il permesso di rifare la 2° manche, rimigliorando ulteriormente il proprio crono.   Nella categoria K1 RAGAZZI su fratello Marco Romano, penalizzato da un canale lento e poco tecnico che non gli ha permesso di sfruttare appieno le sue capacità, chiude in 3° posizione in una battaglia serrata che ha visto trionfare l’atleta ferrarese Nicholas Bini, abile nello sfruttare al meglio le sue caratteristiche da “scivolatore”, davanti all’atleta di Valstagna David Mandia che aveva chiuso la 1° manche al 1° posto

c2

Campioni Italiani 2016 C2 MASTER B Romano-Puerari

. Buon sangue non mente, infatti nella K1 MASTER C mamma Simonetta Gentilini conclude con il 2° posto dietro alla padrona di casa Elke Weger, ma il migliore in famiglia (con ben 3 medaglie) è papà Dario Romano che bissa il titolo tricolore sia nella K1 MASTER D che nella categoria C2 MASTER B insieme al compagno Paolo Puerari. Argento invece nella K1 MASTER B a squadre sempre insieme a Paolo Puerari e a Giulio Treccani, che nel singolo si è riconfermato Campione Italiano nella categoria MASTER F. Ora in attesa del  GRANDE ritorno delle gare che si svolgeranno a Vobarno il 10 e 11 Settembre i nostri atleti continueranno gli allenamenti sul percorso Valsabbino, inoltre Marco Romano sarà impegnato nelle ultime prove di ECA CUP dove dovrà cercare di confermare gli ottimi risultati ottenuti nelle prime prove di Solkan e Flattach.

 

Luca Rizzardi


  • 0
12 ore basket Ganzo

12 ore con “Il Ganzo”

E anche quest’anno sta arrivando il giorno dei sorrisi, delle giocate, dei raduni e di divertimento e sport. Dal 2 luglio alle 14:00 al 3 luglio alle 2:00 presso l’oratorio di San Zeno andrà in scena il “12 ore di Basket con IL GANZO” il consueto appuntamento in ricordo del nostro caro amico Daniele Tira.


  • 0
de gennaro finale

Il cielo è BiancoAzzuro sopra Ivrea. Trionfa il bresciano De Gennaro in coppa del mondo, Horn in finale.

Si chiude con un 1° e un 10° posto la I prova di coppa del mondo a Ivrea per Giovanni De Gennaro e Steffani Horn, ottimo risultato in vista di Rio 2016

Era da 12 anni che un evento internazionale di queste proporzioni non si verificava in Italia, occasione troppo ghiotta per gli atleti azzurri assolutamente da non perdere.
13347010_1106456566073562_7306378915576989633_nCosì è stato per Giovanni De Gennaro, che dopo il 10° posto al brivido in semifinale ribalta la situazione nella Finale e con il tempo di 90.13 va a conquistare la sua prima vittoria in Coppa del mondo davanti all’altro azzurro Daniele Molmenti staccato di 1.11. Gioia irrefrenabile per il pagaiatore bresciano che dopo il Pass olimpico si regala anche questo grandissimo risultato in patria. Terzo posto per il polacco Dariusz Popiela in 91.58 e a completare la giornata di sabato ci ha pensato il sublacense della Forestale Roberto Colazingari che ha fatto registrare il quinto posto nella finale della C1 vinta dall’atleta della repubblica Ceca Michael Jane.

“Sono felice – ha dichiarato Giovanni De Gennaro a fine gara – finalmente mi sono sbloccato con la consapevolezza comunque che da qui ai giochi di Rio c’è ancora tanta strada da fare. Vincere qui ad Ivrea è straordinario, vincere in Italia fa sempre un grande effetto e riuscire a salire sul gradino più alto del podio con il tricolore che sventola è un’emozione fortissima. Prendo ulteriore consapevolezza dei miei mezzi con questo risultato, un risultato importante anche in ottica Rio”

Nella gara di Domenica Steffani Horn conquista la finale con una buona manche di semifinale, salvo poi incappare in due porte saltate nella finale, precludendo ogni possibilità di medaglia piazzandosi decima in u13346635_1106985846020634_8018397314325258891_nna bella gara vinta dalla tedesca Funk davanti all’australiana Fox e alla austrica (fresca di pass olimpico) Kuhnle. Nonostante la posizione di rincalzo Steffi ho dimostrato di potersela giocare tranquillamente per le posizioni che contato.

La coppa del mondo adesso farà tappa a La Seu D’Urgell in Spagna per la II prova, che non vedrà in acqua i nostri atleti bresciani in quanto reduci da un impegnativo raduno sul canale olimpico di Rio per loro ora qualche giorno di meritato riposo, ma presto li rivedremo in acqua. Rio si avvicina….

 

Luca Rizzardi

 


  • 0
13000187_1078903298828889_2640366191597500208_n

Ottime selezioni per i bresciani ma serve l’ultimo sforzo per Rio 2016

13010830_10153612382651169_2425151934777740405_n

Giovanni De Gennaro insieme a compagni della Forestale Molmenti e Colazingari

Si concludono le due giorni di selezioni sul bellissimo campo di Liptosky Mikulas in slovacchia e a vincere sono i nostri concittadini Giovanni De Gennaro e Stefanie Horn che però dovranno compiere un ultimo sforzo per volare in Brasile.

Chiude con due vittorie Giovanni De Gennaro che gli garantiscono la partecipazione ai Campionati europei e alla Coppa del Mondo 2016, ma non la qualifica olimpica che si giocherà proprio a Euro 2016. Sulla strada che lo separa dal sogno olimpico ci sono gli ultimi due ostacoli: Andrea Romeo, marinaio friulano, 2° italiano in entrambe le selezioni e Daniele Molmenti, Forestale di Torre di Pordenone e campione olimpico in carica che ha chiuso in terza e quarta posizione nelle due gare. Definito anche il gruppo degli azzurri che prenderanno parte alle prove di Coppa del Mondo; oltre ai tre citati in precedenza si sono selezionati anche Zeno Ivaldi (vincitore la settimana scorsa a Ivrea) e il giovanissimo e fortissimo Jakob Weger, quest’ultimo autore del terzo miglior riscontro cronometrico tra gli italiani Domenica.

Nel K1 femminile doppietta anche per l’altra nostra concittadina Stefanie Horn che mostra un ottimo stato di forma, davanti ad una, sempre più in crescita, Chiara Sabattini che bissa il 2° posto Italiano in entrambe le gare e quindi si giocherà il tutto a Euro 2016; terzo posto tra le azzurre per Clara Giai Pron  rimasta fuori però dalle percentuali selettive in entrambe le giornate. I tecnici valuteranno se convocarla per l’appuntamento continentale dalla quale usciranno i nome del K1 maschile e femminile che ci rappresenteranno ai giochi olimpici Brasiliani.

Discorso diverso invece per C1 e C2, specialità nelle quali l’Italia non ha ancora qualificato la barca e che proprio a Liptosky dovrà cercare di vincere la concorrenza straniera per staccare il biglietto per Rio, anche se solo un equipaggio tra i due avrà la possibilità di qualificarsi. Tornano a casa con la qualifica per Euro 2016 Roberto Colazingari (GS Forestale) Raffaello Ivaldi (CC Verona) e Stefano Cipressi (Marina Militare) che saranno chiamati all’impresa di qualificare la barca che a loro volta Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari (Aeronautica militare) cercheranno di fare nella C2.  Appuntamento quindi da non perdere dal 12 al 15 Maggio con gli Europei a Liptosky Mikulas per sostenere i nostri ragazzi!

Luca Rizzardi

 


  • 0
12993397_569194819929520_28214049291707736_n

Spettacolo a Ivrea per l’international Ranking, bresciani protagonisti dentro e fuori dell’acqua

Category : Info di servizio

16-04-2016 CAMPIONATO ITALIANO JUNIOR & INTERNATIONAL RACE

Grande spettacolo a Ivrea nella prima giornata di gare sul nuovo canale eporediese nel quale sono stati assegnati i titoli italiani junior in una serie di prove di altissimo livello tecnico.
Si laurea campione italiano junior Jakob Weger  18enne dello Sporting Club Merano nel K1 maschile davanti al compagno di squadra Valentin Luther e l’atleta di casa Davide Ghisetti  al terzo posto, il nostro portacolori Marco Romano si piazza al 7° mettendo in mostra tutto il suo potenziale; al femminile si riconferma campionessa italiana junior Lisa Signori del CCK Valstagna davanti ad Anita Fontana del CC Bologna e a Marta Bertoncelli del CC Ferrara; primo posto e campione italiano, con il brivido visto la penalità prima assegnata e poi annullata di 50 secondi, nel C1 maschile per Gabriele Ciulla del CC Subiaco davanti al portacolori del CCK Valstagna Mandi Mandia davanti all’atleta del CC Bologna Nicola Mengoli; nella canadese femminile Carolina Massarenti del CC Ferrara è campionessa italiana junior davanti ad Anastasia Bettuzzi del CC Bologna; nel C2 vince il titolo junior l’equipaggio Carlini/Finco del CC Ferrara. Nel K1 a squadre maschile lo Sport Club Merano si impone davanti a CC Ferrara e CC Milano.

Nella gara internazionale a sorpresa la vittoria  dell’altotesino Jakob Weger che con un tempo fantascientifico di 82,03 sbaraglia la concorrenza con un vantaggio di 1.91 sul francese Pierre Bourliaud e di 2.20 sul nostro Giovanni de Gennaro (GS Forestale), incappato però in due secondi di penalità. Quarto posto a 3.48 dalla vetta per il campione olimpico di Londra 2012 Daniele Molmenti al termine di una gara tiratissima e capace di mettere a dura prova la resistenza fisica e mentale anche dei più forti. Poker biancorosso Austriaco nel Kayak femminile dove a vincere è la bicampionessa mondiale Corinna Kuhnle abile a conquistare l’oro in 92.84 davanti a Viktoria Wolffhardt (+1.29) e Lisa Leitner (+1.96). Chiara Sabattini (Fiamme Azzurre), la migliore delle italiane, in settima posizione mentre la nostra Stefanie Horn (Marina Militare) incappa in 50 secondi di penalità e chiude 12°. Nella C1 maschile  la gara è vinta dallo svizzero Thomas Koechlin in 88.09 davanti al Forestale di Subiaco Roberto Colazingari 2° a 1.63 dall’oro, 3° Samuel Ibbotson a 7.31 dallo svizzero, seguito nell’ordine da Raffaello Ivaldi, Pietro Camporesi e Paolo Ceccon. Nel C1 donne doppietta austriaca con Nadine Weratsching in 108.12 alla Wolffhardt e alla spagnola Miren Lazkano; quarta e prima delle italiane Carolina Massarenti.
Nel C2 Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari si confermano leader chiudendo in 101.25, con un vantaggio di 1.87 sugli svizzeri Werro/Werro e di 10.17 su Cavo/Querci.

17-04-2016 INTERNATIONAL WORLD RANKING COMPETITION & PRIMA SELEZIONE U23 E COPPA DEL MONDO

Risultati importanti anche in ottica internazionale visto che la prima manche della seconda giornata di gare è stata anche prova selettiva under 23 per europeo e mondiale di categoria mentre la semifinale è servita anche come prima selezione senior per la coppa del mondo. Nella K1 il migliore degli italiani è stato Zeno Ivaldi (CC Verona) in 92.44 che però gareggiando, e vincendo, nella K1 Invitetional non ha potuto disputare la finale. Daniele Molmenti, il campione olimpico di Londra 2012 ha vinto nella semifinale ranking in virtù del tocco del bresciano Giovanni de Gennaro 2° in semifinale (3° degli italiani), 3° l’austriaco Felix Oschmautz. Il portacolori del CC Bologna Marcello Beda è il 4° degli italiani. In finale poi ad imporsi è De Gennaro in 91.06 davanti a Jakob Weger (94.12) e allo svizzero Benjamin Travostino (94.98), non partente Daniele Molmenti per risentimento muscolare. Nella C1 maschile semifinale, e quindi prova selettiva per la coppa del mondo vinta da Roberto Colazingari, Forestale di Subiaco, davanti a Stefano Cipressi (Marina Militare) e al britannico Thomas Quinn. Raffaello Ivaldi e Paolo Ceccon seguono in graduatoria. Finale vinta poi dal giovane scaligero Raffaello Ivaldi in 100.18 davanti al britannico Quinn e al forestale Roberto Colazingari. Nella semifinale del K1 femminile, dominata dall’austriaca Corinna Kuhnle, la migliore delle italiane è Stefanie Horn davanti a Sabattini, Giai Pron e Signori. Finale vinta dalla fortissima slovacca Jana Dukatova in 104.07 davanti alla nostra Stefanie Horn e alla giovane austriaca Lisa Leitner. Nella C2 vince l’equipaggio elvetico dei fratelli Simon e Lukas Werro davanti ai bolognesi e portacolori dell’Aeronautica militare Camporesi-Ferrari (1° in semifinale), 3° posto per i genovesi Cavo-Querci. Infine nella C1 femminile vince l’austiaca Wolffhardt davanti all’ibercica Lazkano e alla connazionale Weratsching.

CC BRESCIA PROTAGONISTA ANCHE FUORI DALL’ACQUA CON LO SPEAKERAGGIO AFFIDATO ALLE CONOSCENZE SLALOMISTICHE DI LUCA RIZZARDI

Iniziato tutto per gioco due anni fa sulle acque del canale di Ivrea, gli organizzatori sono rimasti colpiti impressionati , a detto loro, dalla bravura e della semplicità con cui personalmente sono riuscito a trasmettere tramite il microfono tra emozioni e spettacolarità di questo bellissimo sport. Tra risultati sportivi, punti di vista tecnici, personali impressioni sul campo e interviste ai protagonisti della gara non sono mancati i complimenti dai tecnici federali, dai supporter, allenatori e molte altre figure presenti. Quello che mi ha fatto più onore sono stati gli elogi in diretta durante la gara da parte del presidente della FICK Luciano Bonfiglio e da tutto lo Staff dell’Ivrea Canoa Club. Sono lieto di comunicare che durante la Coppa del Mondo di Ivrea sarò la voce ufficiale dell’evento. Inoltre sono state rischieste le “mie competenze al microfono” anche per l’affascinante e prestigiosa International race di Merano valida anche come campionato Italiano U23.

Luca Rizzardi

 


  • 0
Australian Open

Al via la nuova stagione nella terra dei Canguri. ROAD TO RIO

dege

Si conclude con buoni risultati la preparazione Australiana per gli azzurri dello slalom, che agli Australian Open e Oceania Championship mettono in mostra il loro potenziale in vista delle selezioni e qualificazioni olimpiche di Maggio.

Sul canale olimpico di Sydney lo scorso fine settimana sono andati in scena gli Oceania Championschip dove gli azzurri hanno ben figurato. Erano due gli atleti bresciani in raduno con la squadra nazionale. Nel K1 Giovanni De Gennaro dopo un’ottima manche di qualificazione in Semifinale incappa in due tocchi di porta che lo relegano al 21° posto nella semifinale a 7,82 dalla vetta, gara vinta dal ceco Hradilek davanti al connazionale Prindis 3° e il tedesco Grimm 2°, migliore degli italiani Zeno Ivaldi con l’11° posto.  Stessa sorte purtroppo anche per l’altra bresciana nel K1 femminile, Steffi Horn a causa di qualche tocco di troppo e un salto di porta non riesce a centrare l’ingresso in finale chiudendo al 29° posto. Diversamente era andata a inizio Febbraio quando entrambi avevano brillantemente centrato la finale agli Australian Open con il  7° posto di Giovi e il podio sfiorato da parte di Steffi (quarta a 0,10 dal podio). Nella C1 e C2 segnali incoraggianti, in vista delle qualificazioni per Rio 2016, da parte degli azzuri. Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari, bolognesi in forza all’Aeronautica Militare, portano l’Italia in finale nella C2 in entrambe le gare (magnifico il 2° posto agli Australian Open). Nella C1 Stefano Cipressi (Marina Militare) e Roberto Colazingari (Forestale) raggiungono entrambi la finale agli Oceania Championship riscattando la non brillantissima gara degli Open. Il raduno australiano è quasi concluso e in  settimana la squadra rientrerà in patria, ma gli azzurri del Kayak avranno poco tempo per riposarsi in quanto dal 3 al 20 Marzo, partiranno alla volta del canale olimpico Deodoro di Rio de Janeiro per un raduno con vista olimpica.

Cinque gli atleti convocati, tra cui i nostri concittadini:

K1 Maschile

  • Daniele Molmenti – Corpo Forestale dello Stato
  • Giovanni De Gennaro – Corpo Forestale dello Stato
  • Zeno Ivaldi – Canoa Club Verona

K1 femminile

  • Steffi Horn – Marina Militare
  • Clara Giai Pron – Marina Militare

Luca Rizzardi

 


Corsi e Tesseramento

Iscriviti al nostro blog per ricevere le notifiche dei nuovi articoli.